cosa è samsara

SAMSARA è una intenzione e mira a divulgare cultura e psicologia del Benessere, una visione dell’essere umano in cui il senso dell’Io si integri in modo armonico con il senso del Noi in cui l’Uomo prende consapevolezza di essere parte di un tutto e di prendersi cura di questo tutto mentre si prende cura di sé. I corsi proposti sono rivolti a sviluppare la cognizione del poter stare bene con sé stessi, prendersi cura di sé, della capacità curativa intrinseca che c’è in ognuno di noi, di sapere di poter diventare medici di noi stessi nell’esperienza della vita che si avvicenda nelle sue varie fasi.

Il termine sanscrito saṃsāra (devanāgarī संसार, “scorrere insieme”) indica, nelle religioni dell’India quali il Brahmanesimo, il Buddhismo, il Giainismoe l’Induismo, la dottrina inerente al ciclo di vita, morte e rinascita. È talora raffigurato come una ruota. Ecco, da questa immagine la nostra proposta formativa propone un viaggio in movimento dentro noi stessi.

In senso lato e in un significato più tardo, viene ad indicare anche “l’oceano dell’esistenza”, la vita terrena, il mondo materiale, che è permeato di dolore e di sofferenza, ed è, soprattutto, insustanziale: infatti, il mondo quale noi lo vediamo, e nel quale viviamo, altro non è che miraggio, illusione māyā. Immerso in questa illusione, l’uomo è afflitto da una sorta di ignoranza metafisica (avidyā), ossia da una visione inadeguata della vita terrena e di quella ultraterrena: tale ignoranza conduce l’uomo ad agire trattenendolo così nel saṃsāra.

Perché infliggere sofferenza agli altri, quando noi stessi cerchiamo di sfuggirla?” Buddha

La sofferenza è una specie di bisogno dell’organismo di prendere coscienza di uno stato nuovo.” Marcel Proust

Una ruota di sofferenza nell’oceano della vita da cui poter emergere con consapevolezza e assunzione di responsabilità verso la sofferenza che ci infliggiamo forse per evitare così la responsabilità della felicità?

Provare queste emozioni verso gli altri attrae tutte le energie che creano situazioni difficili nella società, come ad esempio la crisi nella relazioni, la crisi societaria, la crisi economica.
Se vogliamo trovare la felicità perenne, allora dobbiamo imparare ad assumere un comportamento altruistico, di amore, compassione e gentilezza. E saremo in grado di farlo solo quando riconosceremo il vero nemico, che è dentro di noi, che è in queste emozioni disturbanti: finché non le riconosciamo, non possiamo evitarle né controllarle.

Un processo di crescita che si sviluppa anche in coppia, dove si lavora perché ci sia una dinamica di benessere, con i partner, con i figli, con i padri, le madri; creare situazioni di buona energia che dall’IO diventi collettiva.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *